HomeStudiosLAB | DAVIDE SGAMBARO: RESTA SVEGLIA

LAB | DAVIDE SGAMBARO: RESTA SVEGLIA

Resta sveglia è un workshop ideato da Davide Sgambaro per IUNO Studio, che intende riflettere sulla relazione tra desiderio personale e disillusione generazionale a partire dalla metafora del sonno.
Il laboratorio, pensato come un pigiama party, è finalizzato alla condivisione della propria esperienza e del proprio rapporto con la dimensione notturna, intesa come luogo di protezione, come ideale fuga dalla realtà (lavoro onirico), ma anche come momento di insicurezza e paura (acluofobia), dettato dall’impossibilità di scorgere nitidamente la realtà.
Ragionando sulle immagini e le emozioni destate dal buio e dall’atto, necessario per la sopravvivenza, di dormire, l’artista e i partecipanti elaboreranno insieme un “Racconto della Buonanotte” che possa restituire, e rendere leggibile, quanto emerso e discusso durante le ore notturne passate insieme.

Davide Sgambaro (Cittadella, 1989) si è formato all’Università IUAV di Venezia, vive e lavora a Torino. Servendosi di differenti media l’artista esplora tematiche esistenziali relative alla condizione dell’individuo nel precariato contemporaneo. La sua pratica restituisce dinamiche irriverenti e di resistenza in risposta ai paradossi identitari e agli stereotipi insiti nell’ordine sociale e culturale.
Tra le mostre personali: Nope!, Galerie Alberta Pane, Parigi (2022); Too much and not the mood, LOCALEDUE, Bologna (2022); Feeling Fractional, 9 FrenchPlace, Londra (2022); Kiss, kick, kiss, Istituto Italiano di Cultura, Colonia (2021); Paesaggi eterni, SpazioSiena, Siena (2019); White and black stripes and a red nose, Almanac Inn, Torino (2019). Ha partecipato a numerose residenze, collaborazioni e mostre collettive in istituzioni pubbliche e private come Fondazione Bevilacqua La Masa (2015); Fondazione Spinola Banna per l’Arte (2015, 2018); Q-Rated con la Quadriennale di Roma e Castello di Rivoli (2018); GAM Torino (2018); Fondazione Monte dei Paschi di Siena (2019); Cantica 21, Ministero dei Beni Culturali, Ministero degli Affari Esteri (2020-2021); SUPERBLAST II, Manifattura Tabacchi (2022); Nuovo Forno del Pane, MAMbo Bologna (2023).
Il suo lavoro è presente nelle collezioni permanenti del Museo MAMbo di Bologna; Fondazione CRT Arte di Torino per GAM Torino e Castello di Rivoli; Fondazione Monte dei Paschi di Siena; Manifattura Tabacchi Firenze.